Datori di lavoro – RSPP (Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione)

D.Lgs. 81/08 e smi. Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 e 07/07/2016.

copertina_sicurezza_02

 Corsi collegati: Aspp / Rls (Rappr. dei lavoratori) | Corso di agg. Aspp |  Rspp (Datori di lavori) | Corso di agg. Rspp |  Modulo A per Aspp e Rspp |  Modulo B per Aspp e Rspp |  Modulo C per Rspp |  Cantieri edili (494) |  Cantieri edili (agg. 494)

Il corso è destinato al Datore di Lavoro che svolge direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi ai sensi dell’art. 34 commi 2 e 3 del D.Lgs. 81/08.

Il Datore di Lavoro che intende svolgere direttamente questi compiti deve frequentare uno specifico corso di formazione in materia di sicurezza e salute sul luogo di lavoro, secondo il nuovo Accordo Stato Regioni del 21/12/2011. I percorsi formativi sono articolati in moduli associati a tre differenti livelli di rischio: (Allegato 2 dell’Accordo):

  • RISCHIO BASSO 16 ore (Codici ATECO Aziende Rischio Basso)
  • RISCHIO MEDIO 32 ore (Codici ATECO Aziende Rischio Medio)
  • RISCHIO ALTO 48 ore (Codici ATECO Aziende Rischio Alto)

Il Datore di Lavoro oltre ai compiti del servizio di prevenzione e protezione dai rischi, può svolgere quelle di primo soccorso, nonché di prevenzione incendi e di evacuazione, nelle ipotesi previste nell’ALLEGATO II del D.Lgs. 81/08, dandone preventiva informazione al rappresentante dei lavoratori per la Sicurezza.

Adempimenti

Allegato II D.LGS. 81/08: casi in cui è consentito lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dei rischi (art. 34):

  1. Aziende artigiane e industriali (1)  fino a 30 Lavoratori
  2. Aziende agricole e zootecniche fino a 30 Lavoratori
  3. Aziende della pesca fino a 20 Lavoratori
  4. Altre aziende fino a 200 Lavoratori

(1) Escluse le aziende industriali di cui all’art. 1 del decreto del Presidente della Repubblica. n. 17 maggio 1988, n. 175, e successive modifiche, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica ai sensi degli articoli 4 e 6 del decreto stesso, le centrali termoelettriche, gli impianti ed i laboratori nucleari, le aziende estrattive e altre attività minerarie, le aziende per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri e munizioni, le strutture di ricovero e cura sia pubbliche sia private.

OBBLIGHI E SANZIONI

Sintesi dei principali obblighi di un Datore di Lavoro, per tutte le attività con dipendenti e/o soci prestatori d’opera all’interno di un’azienda:

  • frequenza del corso di formazione sulla sicurezza del lavoro per titolari di aziende che si auto nominano R.S.P.P;
  • formazione lavoratori sulla sicurezza;
  • auto-nomina RSPP, da formalizzare con apposito modulo, da tenere in azienda insieme ad attestato di frequenza del corso di cui sopra e specifico in base al settore Ateco di appartenenza. La data deve essere indicata in modo preciso e deve essere successiva a quello di ottenimento dell’attestato di partecipazione;
  • valutazione dei rischi mezzo D.V.R. – Documento di Valutazione dei Rischi;
  • nomina addetti antincendio, emergenza, evacuazione e iscrizione relativo corso di formazione;
  • nomina addetti pronto soccorso e iscrizione al relativo corso di formazione.

Principali Sanzioni:

  • MANCATA NOMINA DELL’RSPP Ammenda da € 2.500 a € 6.400 o arresto 3-6 mesi; Art. 55 c.1;
  • OMESSA VALUTAZIONE DEI RISCHI Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 2.500 a € 6.400; Art. 55 c.1
    In alcuni casi : arresto da 4 a 8 mesi;
  • MANCATA CUSTODIA presso l’ unità produttiva del DVR e del DUVRI Sanzione amministrativa da € 2.000 a € 6.600 – Art.55 c.5 f;
  • D.V.R. Non IDONEO o non aggiornato Ammenda da € 2.000 a € 4.000; Art. 55 c.3;
  • MANCATA NOMINA E FORMAZIONE SQUADRA DI EMERGENZA Ammenda da € 750 a € 4000 o arresto da 2 a 4 mesi ( Art. 55 c5-a);
  • MANCATA FORMAZIONE DEI LAVORATORI, deleghe senza requisiti, ….Arresto 2-4 mesi o ammenda da 1.200 a € 5.200 Art. 55 c5 – c;
  • VIDEOTERMINALISTI: mancato rispetto pause, sorveglianza sanitaria, principi ergonomici….Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 2.500 a € 6.400 (Art.178 );
  • MANCANZA DI SEGNALETICA DI SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 2.500 a € 6.400 ( Art. 165);
  • MANCANZA DI FORMAZIONE SULLA SEGNALETICA Ammenda da € 750 a € 4.000 o arresto 2-4 mesi (Art. 165);
  • MANCATA NOMINA DEL MEDICO COMPETENTE Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da € 1.500 a € 6.000 (Art. 55 c.5 -d).

↓ Programma didattico

  • Modulo 1 – Giuridico Normativo (4 ore)
    – Sistema legislativo in materia di sicurezza e salute sul lavoro dei lavoratori;
    – La responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa;
    – La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche (Dlgs 231/01);
    – I soggetti del sistema di prevenzione aziendale (Dlgs 81/08, compiti, obblighi, responsabilità;
    – I sistemi di qualificazione delle imprese;
    – Il sistema istituzionale della prevenzione.
  • Modulo 2 – Gestionale (4 ore)
    – Criteri e strumenti per la valutazione dei rischi;
    – La considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di accadimento degli stessi;
    – La considerazione delle risultanza delle attività di partecipazione dei lavoratori;
    – Il documento di valutazione dei rischi (contenuti, specificità e metodologie);
    – I modelli di organizzazione e gestione della sicurezza e salute sul lavoro;
    – Gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione;
    – Il DUVRI;
    – La gestione della documentazione tecnico amministrativa;
    – L’organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso, e della gestione dell’emergenze.
  • Modulo 3 – Tecnico (4 ore)
    – I principali fattori di rischio e le misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione protezione;
    – Il rischio da stress lavoro correlato;
    – I rischi ricollegabili all’età alla provenienza da altri paesi;
    – I DPI;
    – La sorveglianza sanitaria.
  • Modulo 4 – Relazionale (4 ore)
    – L’informazione, la formazione, l’addestramento;
    – Le tecniche di comunicazione;
    – I sistemi delle relazioni aziendali e della comunicazione in azienda;
    – La consultazione e la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
    – Natura, funzioni, modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

↓ Requisito d'accesso

  • Essere Datore di Lavoro secondo l’art. 2 Dlgs 81/08.
  • Diploma di scuola secondaria superiore, secondo quanto riportato nell’art. 32 “le capacità ed i requisiti professionali dei responsabili e degli addetti ai servizi di prevenzione e protezione interni o esterni devono essere adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative”. “Per lo svolgimento delle funzioni, è necessario essere in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore nonché di un attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative”.

↓ Attestato / Durata del corso / Crediti formativi

  • Attestato: il superamento dell’esame finale comporta il rilascio di un attestato di frequenza riconosciuto dalla Regione Campania  e/o altro Ente accreditato e valido a livello Nazionale, che certifica l’idoneità riscontrata.
  • Durata complessiva: 16 ore + esame finale.
  • Aggiornamento: 6 ore di formazione con cadenza quinquennale, come indicato dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/11.
  • Crediti Formativi ed esoneri: come allegato III Accordo Stato-Regione del 07/07/2016.